AUTOSTRADA BIENNALE

progettazione del piano editoriale

2019

 

Biennale del Kosovo “Autostrada Biennale – Revolution is us”

a cura di Giacinto Di Pietrantonio

L’inadeguatezza di fronte all’invito a una manifestazione internazionale prestigiosa (la Biennale del Kosovo), l’insostenibilità del confronto con gli altri artisti già storicizzati (da Paci a Vezzoli, da Beuys a Fabre) e l’insofferenza nei confronti dei processi produttivi materiali dell’opera d’arte, sono le considerazioni e le nevrosi che mi hanno strategicamente portato a dirottare il mio lavoro aldilà del display fisico e istituzionale previsto per questo evento dal respiro globale.

Diventare performativamente il social media manager, costruire il piano editoriale digitale e progettare l’outfit di Autostrada Biennale, oltre che a distogliere da un inevitabile confronto con gli artisti-superstar invitati, significava porre l’attenzione sugli aspetti contaminanti delle creatività (può un artista essere un SMM e viceversa?) e sulla possibilità di sostituire le ansie e le isterie della vendita, con una retribuzione garantita — lo stipendio da professionista — entrando ufficialmente nello staff organizzativo della biennale.